Progetto Cresciamo Insieme

TITOLO DEL PROGETTO:
Cresciamo Insieme
 
SETTORE E AREA DI INTERVENTO:
A - Assistenza: 02 - Minori
 
OBIETTIVI DEL PROGETTO:
Gli obiettivi specifici in relazione ai volontari saranno:
· Promozione dei principi costituzionali di solidarietà sociale e di cooperazione;
· Acquisizione degli strumenti per favorire la tutela dei diritti propri e altrui, nell’ottica della sussidiarietà e dell’impegno nella comunità;
· Acquisizione di abilità e competenze spendibili nel mondo del lavoro;
· Promuovere la formazione e la crescita personale del giovane volontario in termini di coscienza morale, sociale e di cittadinanza attiva;
· Acquisizione di conoscenze teoriche e pratiche relative al sostegno nei confronti dei disabili sensoriali, per contribuire ad arricchire il loro bagaglio personale e relazionale;
· Acquisizione di strumenti per la risoluzione dei problemi, la gestione dei conflitti sia interni al gruppo sia esterni legati al rapporto con gli utenti;
· Acquisizione della capacità di lavorare in gruppo e per obiettivi.
Gli obiettivi del progetto legati alla realizzazione delle attività specifiche dell’ente proponente:
· Stimolare e sostenere processi evolutivi e di apprendimento promuovendo le competenze cognitive, sociali e relazionali, nel rispetto dei tempi e dei modi di ciascun bambino
· Promuovere le autonomie proprie dell’età e del livello di sviluppo del bambino infondendo la fiducia in se stessi e nelle proprie potenzialità.
· Incoraggiare processi socializzazione attraverso la conoscenza dei concetti di Sé e dell’Altro nel rispetto di entrambi
· Conoscere e valorizzare le differenze promovendo percorsi di integrazione anche tra bambini di appartenenza culturale diversa o diversamente abili.
· Favorire momenti di confronto tra le famiglie e i bambini e di sostegno alla relazione bambino-genitori e sostenere le famiglie nella conciliazione dei tempi di vita e di lavoro;
· costruire un’alleanza educativa con i genitori aprendosi alle famiglie e al territorio circostante;
· sviluppare capacità educative genitoriali, stili educativi adeguati a creare un clima familiare rispettoso del diritto di crescita di ciascun membro della famiglia;
 
CRITERI DI SELEZIONE:
Per la selezione dei volontari ci si avvarrà di criteri autonomi, qui di seguito proposti:
· Valutazione preliminare dei requisiti formali dei candidati volontari, per verificare la sussistenza dei requisiti di accesso al SCN richiesti dalla legge 6 marzo 2001, n. 6 opera della commissione;
• Realizzazione dei colloqui di selezione, che si effettueranno presso la sede legale dell’ente accreditato, realizzati da un’apposita commissione costituita per valutare le competenze di base e specialistiche dei candidati, in relazione ai requisiti e le attività previsti dal progetto
• Il colloquio di selezione avverrà mediante un’intervista semi-strutturata che si riferisce alla griglia predisposta, idonea a valutare requisiti formali e psico-attitudinali nel lavoro socio-educativi con i minori, anche attraverso simulazioni su “casi-tipo”, idonei a valutare la capacità di problem solving.
• Compilazione della griglia di valutazione per ciascun candidato e relativo inserimento dei punteggi secondo i criteri più avanti espressi;
Il punteggio massimo che un candidato può ottenere è pari a 100 punti così ripartiti:
¾ Titolo di studio; massimo 30 punti
¾ Esperienze di volontariato o esperienze lavorative pregresse: massimo 20 punti  
¾ Colloquio; massimo 50 punti
 
VALUTAZIONE DEL TITOLO DI STUDIO (si valuta solo il titolo di studio più alto, per un massimo di 30 punti)
¾ Laurea attinente al progetto : 20 punti  
¾ Laurea non attinente al progetto : 8 punti
¾ Laurea di primo livello attinente : 8 punti
¾ Laurea di primo livello non attinente: 6 punti
¾ Diploma attinente al progetto: 5 punti  
¾ Diploma non attinente al progetto: 4 Titoli professionali aggiuntivi
¾ Attinenti al progetto: 10 punti
¾ Non attinenti al progetto: 8
 
VALUTAZIONE DELLE ESPERIENZE DI VOLONTARIATO O ESPERIENZE LAVORATIVE PREGRESSE: max 20 punti
¾ Precedenti esperienze nel settore del progetto realizzate presso l’ente che realizza il progetto: 1 punto per ogni mese di esperienza
¾ per un massimo di 10 mesi valutabili e di 10 punti complessivi
- Precedenti esperienze nel settore del progetto realizzate presso un altro ente: 0,80 punti per ogni mese di esperienza per un massimo di 10 mesi valutabili e di 8 punti complessivi - Precedenti esperienze in settori diversi da quello di progetto presso l’ente che realizza il progetto: 0,50 punto per ogni mese di esperienza per un massimo di 10 mesi valutabili e di 5 punti complessivi
- Precedenti espresso un altro ente : 0,20 punti per ogni mese di esperienza per un massimo di 10 mesi valutabili e di 2 punti complessivi per esperienze in settori diversi da quello di progetto
 
COLLOQUIO PERSONALE (massimo 50 punti)
Il Colloquio verterà sui seguenti argomenti: Il Servizio Civile Nazionale e la conoscenza dei valori sottostanti Conoscenza dell'ambito di attività del progetto; Disponibilità e motivazione alla realizzazione delle attività del progetto; Capacità e attitudini a svolgere i compiti connessi alla realizzazione delle attività previste dal progetto. Il colloquio tenderà inoltre ad accertare la capacità dei candidati nella risoluzione di un problema pratico connesso alla realizzazione del progetto.
La somma di tutti i punteggi ottenuti sarà la valutazione complessiva del volontario. La soglia minima di idoneità per accedere al servizio è di 60 punti. I soggetti che non hanno raggiunto tale punteggio non saranno ritenuti idonei.
 
 
POSTI DISPONIBILI E SEDI DI SVOLGIMENTO: 8
Via Libertà, 85 – 90143 Palermo
Via P.pe di Belmonte, 105 – 90139 Palermo
Via delle Croci, 4 – 90139 Palermo
 
ATTIVITÁ D'IMPIEGO DEI VOLONTARI:
I volontari affiancheranno e collaboreranno con gli educatori e con gli ausiliari nella gestione quotidiana delle attività. Verranno affiancati dalle figure professionali titolari delle attività dalle quali apprenderanno, gradualmente nell’arco dell’anno, le principali tecniche educative, didattiche e le nozioni di base per il supporto ai bambini della fascia 3-5 anni . Affinché a fine percorso il giovane possa aver raggiunto il principale obiettivo di apprendere le attività attraverso il metodo dell’ “imparare facendo”, si cercherà di far ricoprire ai ragazzi dei turni alternati in modo da partecipare attivamente alle diverse attività organizzate nelle fasce mattutine e pomeridiane.
Inoltre al fine di favorire il conseguimento dell’obiettivo della crescita personale del volontario, lo stesso sarà attore principale di specifici incontri programmati finalizzati a creare occasioni di socializzazione, di scambio di esperienze, di riflessioni ed attività congiunte Nell’ottica di contribuire alla crescita personale e civica del giovane al volontario sarà offerta la possibilità di partecipare anche ai tempi di programmazione pedagogica con l’equipe e agli incontri di supervisione e monitoraggio che l’Associazione promuove.
 
EVENTUALI REQUISITI RICHIESTI:
Visto la particolare utenza con la quale i volontari si confronteranno è richiesto il diploma di scuola secondaria di secondo grado.
 
SERVIZI OFFERTI (eventuali):
 
CONDIZIONI DI SERVIZIO ED ASPETTI ORGANIZZATIVI:
30 ore settimanali
Minimo 5, massimo 6 i giorni di servizio alla settimana
In virtù della particolare utenza alla quale si rivolge l’Istituto si richiedono ai volontari alcune accortezze:
· Riservatezza;
· Diligenza;
· Rispetto del Documento Programmatico per la Sicurezza in ottemperanza alle direttive del D.Lgs. 196/2003 in materia di privacy. Ognuno dei volontari che verrà in contatto con dati personali semplici e/o sensibili dell’utenza verrà incaricato (con apposita lettera di nomina) al trattamento dei suddetti dati;
· Rispetto della regole comportamentali relative alla gestione del servizio civile;
· Disponibilità alla flessibilità oraria e alla turnazione (turni antimeridiani e pomeridiani, turni nei giorni festivi) in base alle diverse esigenze di servizio.
 
CARATTERISTICHE CONOSCENZE ACQUISIBILI:
I crediti formativi sono stati riconosciuti a tutti gli studenti che svolgano il SCN indipendentemente dallo specifico progetto o ente dall’ateneo di Palermo che ha recepito le direttive impartire dal MIUR con la circolare della Direzione Generale per l’Università, ufficio III, prot.2626 del 9/7/04, riconoscendo tali diritti con delibera del Senato Accademico dell’Università degli studi di Palermo del 18/04/05. I crediti saranno attribuiti fino ad un massimo di 9 relativamente alla lettera d) dell’art. 10, comma 1 del DM 509/99, e fino ad ulteriori 9 crediti relativamente alla lettera f) dello stesso articolo. Detta delibera integra l’art. 11 del regolamento didattico di Ateneo, demandando ai singoli Consigli di Corso di studio la valutazione sul numero di crediti da riconoscere ad ogni studente che ne faccia documentata richiesta.
 
I tirocini possono essere riconosciti solo dalla Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi di Palermo, i l C o n s i g l i o d e l l a q u a l e , nell’adunanza del 12/11/2003 all’art 3, h a d e l i b e r a t o c h e il tirocinio previsto per le lauree triennali della classe XVIII, possa essere svolto durante il SCN presso enti accreditati dall’UNSC. In tal modo permette a chi lo svolge di ottenere i CFU previsti per il tirocinio definito all’art.1 del suddetto regolamento. Detti CFU saranno riconosciuti dal Consiglio della classe XVIII agli studenti che presenteranno istanza corredata dalle relative certificazioni.
 
L’associazione stessa è in possesso dei requisiti di legge per attestare le conoscenze acquisite. Verrà quindi riconosciuto a fine progetto, il conseguimento delle competenze professionali di ciascun volontario che prenderà parte al progetto. In particolare i volontari acquisiranno competenze in merito a:
· capacità e competenze organizzative;
· capacità e competenze relazionali;
· capacità e competenze tecniche;
· capacità e competenze ludiche.
 
FORMAZIONE SPECIFICA DEI VOLONTARI:
modulo 1: Formazione e informazione sui rischi connessi all’impiego dei volontari in progetti di SCN;
modulo 2: Elementi e tecniche di animazione
modulo 3: Rabbia e comportamenti aggressivi nei bambini
modulo 4: La comunicazione efficace
modulo 5: Relazioni professionali
modulo 6: L’accompagnamento educativo dei minori
 
La durata totale della formazione generale è di 60 ore. Rispetto ai tempi di erogazione delle ore di formazione si specifica che l’70% delle ore sarà erogato entro il 90° giorno dall’avvio del progetto e il restante 30% dal 210° entro il 270° giorno, come previsto dalle Linee guida. Inoltre come richiesto il modulo Formazione e informazione sui rischi connessi all’impiego dei volontari in progetti di servizio civile verrà erogato ad avvio del progetto.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Ricevi direttamente via email le novità sulle nostre iniziative, anche sullo smartphone.

Iscriviti adesso